IL PANINO

07/01/2016

Con l’anno nuovo le cose sembrano non cambiare di molto, conferma di ciò le temperature che continuano ad essere primaverili generando la voglia di uscire fuori all’aria aperta. Si esce e si cammina con piacere dimenticando che il tempo passa e perciò alle ore del pranzo la fame si fa sentire, più che fame è per noi che abbiamo il vizio del gusto una malattia, perciò il gioco diviene pericoloso. Così amando il vizio e soprattutto non intimoriti dall’adipe accumulato durante le festività ci si lascia abbindolare dal richiamo di gola, una gola di profonda anima popolare. Si decide di praticare per consumare un veloce ma gustoso pranzo la via al panino. Non curanti degli slogan dei new sandwich che troppo arricchiscono la farcitura soffocandola si sceglie di entrare in quel casinò chiamato Eataly per sedersi al tavolo del “poker” e giocare.

Nella mente si è pronti, carta! Il colore che ci serve è il rosa maculato di bianco dal profumo intenso, di dolce grasso e un leggero pizzicore salino nel sapore. Con la calma dell’incallito di nuovo si esclama, carta! Ora la fragranza è padrona, l’amarognolo del bruciacchiato il pimento, la dolcezza la regina! Così stirate le carte si va a punto, il massimo!!! Pane e mortadella!! Il banco è sconfitto. Pane e mortadella è una partita vincente, longeva e facile. Quando si pensa a un panino con la “mortazza” lo si fa sempre da giocatori incalliti, si sceglie il giorno, l’ora, le carte da chiamare, la gente e il luogo giusto… e l’azzardo è fatto. Dei migliori, di quelli che ti fanno sentire bene! Contento e felice, vincente!

Del resto basta poco, fresco sul viso, sole che scalda e bocca sapida e saporita e se poi ci si beve un Cartizze alle giuste temperature l’armonia è composta. Poco basta, veramente poco, a sentire il gusto di una cultura, di una regione, …di un popolo e la sua anima.

Il panino con la mortadella, meglio la ciriola o rosetta, lo si pensa alla stregua di un pokerista che cerca il punto, lo immagina, lo scarta, lo stira! Il panino con la mortadella è “full”, lo si desidera e lo si gusta! Ma è anche un cuori per un colore,… una donna per un jack!!

È vizio sano e popolare che non ha nulla a che fare con l’hi tech della esasperazione del gusto disgustoso!! Alla salute!!

Please reload

In primo piano

Un personale consiglio, ma quale critica!

March 14, 2020

1/10
Please reload

Recent Posts

January 7, 2020

May 22, 2017

February 23, 2016

February 17, 2016

January 30, 2016

January 25, 2016

January 25, 2016

January 19, 2016

January 10, 2016

January 7, 2016

December 11, 2015

Please reload

Search By Tags
Please reload

Follow Us
  • Facebook Classic
  • Twitter Classic
  • Google Classic