PICCIONE ALL'ARCANGELO RESANI

05/10/2015

Lindo e pinto dalle penne lo piccione ben tolta da tutta l'umidità in dentro lo tegame si lascia bello unto dell'olio dell'albero.
Le interiora si cuoceranno per via di burro e dopo che dorate saranno si bagneranno con lo brodo, e salate e pepate.
Quando lo piccione scuro nel corpo suo sarà con lo sfranto d'uva affogato verrà e dopo che lo spirito lasci lo tegame bagnato di brodo sarà. Lo sale e lo pepe sempre messi.
Il composto del poro piccione a mezzo tocco di ora verrà cuociuto con fiamma debole, poi passati allo staccio li fegati saranno congiunti

 

al sugo del poro uccello e con burro infarinato il tutto si tirerà ma se non bastasse lo unguento un po' di brodo si unirà.
Alla cottura terminata il volatile di lungo a metà si taglierà, lo pane messo sotto e ben bevuto dello liquido del tegame a giaciglio sarà della metà defunta, tutta la brodaglia saporita versate in delle mezze parti e magiate.
INGREDIENTI
Un piccione; burro 30g; 2 cucchiai d'olio; 2 fette di pane lunghezza piccione; sale e pepe; brodo; una noce di burro infarinato; 3 fegatini di pollo
foto - L'ANATRA BIANCA, Jean-Baptiste Oudry (1686-1755)

Please reload

In primo piano

Un personale consiglio, ma quale critica!

March 14, 2020

1/10
Please reload

Recent Posts

January 7, 2020

May 22, 2017

February 23, 2016

February 17, 2016

January 30, 2016

January 25, 2016

January 25, 2016

January 19, 2016

January 10, 2016

January 7, 2016

December 11, 2015

Please reload

Search By Tags
Please reload

Follow Us
  • Facebook Classic
  • Twitter Classic
  • Google Classic