AGNELLO CACIO e UOVA

26/09/2015

Dall'Abruzzo
Paul Cezanne, "Still life" 
Alleggerito dell'ossa il coscio a pezzi sarà pronto;
nel non perdere il tempo, che sempre caro è, la cipolla con olio dell'albero appassirà insieme a quelle erbe che un tempo eran di mangereccio per la bestia, cipollina, mentuccia, ramerino, alloro, salvia, timo, finocchiello e ancora tutto ciò che il bel prato dava in dono...
Guarda il passito nel coccio e ascolta lo sfregolio giusto e poi giù metti i pezzi del coscio girando e rigirando fin quando rosoliti saranno;

al tempo allora metti il vino che di color bianco dovrà a forza essere e attendi finché il naso non sarà addolcito;
in tanto a parte un po' come alla carbonara metti pecorino, del vecchio ma buono pane in farina e uova a sbattere insieme...
quando quella povera bestia di ambra sarà tutta allora cala in del coccio tolto dal fuoco il composto bello sbattuto e girato e rigirato coprilo con vigore e attendi un po'...
fumante deve essere per lo palato esigente e non perder tempo a infarcire agli occhi che è la gola dello stomaco che comanda!!

Please reload

In primo piano

Un personale consiglio, ma quale critica!

March 14, 2020

1/10
Please reload

Recent Posts

January 7, 2020

May 22, 2017

February 23, 2016

February 17, 2016

January 30, 2016

January 25, 2016

January 25, 2016

January 19, 2016

January 10, 2016

January 7, 2016

December 11, 2015

Please reload

Search By Tags
Please reload

Follow Us
  • Facebook Classic
  • Twitter Classic
  • Google Classic